SETTEMBRE 2020

Nei contenuti fotografici realizzati in un ambiente artificiale divenuto naturale,
il dialogo si pone tra natura ed essere umano in maniera diretta;
Nicola Bianco ritrae l’uscita dal dogma di un piacere “standard”
e il riappropriarsi di una comunicazione con il proprio corpo, mente e spirito
ridettando nuovi valori e paradigmi, come il volersi mostrare alla natura stessa, non inchinarsi ma amoreggiare.